Unioncamere Piemonte - Sistema informativo sulle Infrastrutture di Trasporto

Interporto di Torino - Orbassano

Descrizione generale

Altre infrastrutture interessate

  • Tangenziale di Torino
  • FS linea Torino - Pinerolo (TO) - Torre Pellice (TO)
  • SS n° 23 del Colle del Sestriere
  • Inquadramento geografico

    Descrizione dell’infrastruttura

    L'interporto di Orbassano è gestito da una società a capitale misto con una partecipazione della regione del 44%.Gli investimenti complessivi superano i 300 milioni di € di cui 75 sono dedicati alle opere infrastrutturali pubbliche, il restante a quelle private. L'area complessiva è di 2.800.000 metri quadrati compresa tra i comuni di Torino, Grugliasco, Orbassano, Rivalta e Rivoli.

    La superficie è divisa in 350.000 metri quadrati di magazzini e 750.000 metri quadrati di piazzali collegati con linea ferroviaria. Connesso con la tangenziale sud garantisce un buon collegamento con tutta la rete autostradale verso la Francia, la Lombardia, la Liguria e il sud Italia. Analogo discorso vale per il collegamento ferroviario attraverso lo scalo di Orbassano connesso alla linea Torino - Torre Pellice e così alla Torino - Modane. Proprio attorno alla necessità di collegare questo infrastruttura alla nuova linea ad alta velocità e capacità in fasi di realizzazione nei prossimi anni crea da tempo un ampio dibattito. Vi è infatti il progetto di realizzare un altro interporto presso Settimo torinese, ma non si tratta di un'alternativa ma bensì di un nuovo intervento volto a potenziare le capacità del nodo torinese.

    Servizi alle merci: si provvede allo sdoganamento delle merci al di fuori dell'Unione Europea, nonché al disbrigo di varie pratiche amministrative, fornendo un'assistenza specializzata. Una particolarità dei magazzini è la presenza di celle frigo, utilizzate per merci alimentari e farmaceutiche. La recente realizzazione del nuovo mercato generale torinese in una zona prossima all'interporto va inquesta direzione favorendo gli operatori del settori.

    Servizi ai mezzi: oltre ad un più razionale impiego delle strutture fisse ed a una gestione dello stoccaggio più agevole, si ottiene una più agevole reperibilità di carichi e mezzi liberi, garntendo tutti i supporti tecnici necessari.

    Servizi alle persone: si assicura ogni tipo di assistenza necessaria e rporpia di una vera città dei trasporti.